Autore archivio: Michele

Grest 2017 – Al via “il viaggio” proposto da DreamLand

“Cercare l’essenziale. Come crescere e diventare bambini”. E’ questo il titolo del GREST 2017 presentato dall’oratorio Dreamland della Parrocchia Sant’Alessandro di Fermo e che ha preso il via nella giornata di ieri, lunedì 10 luglio. Tantissimi i ragazzi e le ragazze dalla prima elementare alla terza media che non sono voluti mancare all’appello. Da anni ormai in tanti aspettano con trepidazione le “due settimane di grest” proposte dall’oratorio Dreamland, che quest’anno ha preso ispirazione dal film “il Piccolo Principe”. Coinvolgente la scenografia che ha permesso di “abbattere” le pareti del salone principale dell’oratorio per fare spazio a costellazioni, pianeti, cieli dove volare e deserti; stimolanti e divertenti le scenette pensate per lanciare le attività e le canzoni arricchite dalle coreografie degli animatori. Molti i giovani che si sono resi disponibili per guidare “i più piccoli” nelle attività e giochi proposti di giorno in giorno. Sicuramente sarà un nuovo successo che permetterà ai 101 ragazzi iscritti di vivere momenti importanti per la loro crescita: dalla preghiera, al gioco, all’attività ed alla merenda, non manca davvero nulla! Un grest speciale quest’anno, che nasce dalla collaborazione con l’oratorio della parrocchia Santa Maria di Montegranaro (che proporrà a sua volta lo stesso grest fra qualche settimana). Essere parte del C.O.F. (coordinamento oratori fermani) è anche questo: decidere di mettere insieme le forze per dare vita, seppur nella fatica, ad un risultato eccellente da condividere con gli altri. Un grazie dall’equipe diocesana C.O.F. per il lavoro svolto insieme nella fase di stesura del grest, segno di una bella disponibilità ad andare oltre i propri confini per incontrare nuove realtà con la voglia di insegnare ed imparare dagli altri allo stesso tempo.

Share

Grest 2017 – Il C.O.F. saluta gli oratori al lavoro!

Al di là della “conoscenza” che si può generare con le riunioni o gli incontri di formazione, creare occasioni informali per alimentare relazioni sincere di amicizia e scambio reciproco è qualcosa di importante e fondamentale. Questo il C.O.F. lo sa bene e cerca di non perdere occasioni per rafforzare quei legami che nascono proprio grazie alla partecipazione al coordinamento diocesano oratori. Ecco il motivo che, lo scorso 5 luglio, ha spinto don Michele Rogante e Marta Sciuccati (membri dell’equipe COF) a fare visita ad alcuni oratori dell’arcidiocesi di Fermo impegnati nelle attività estive del grest. Tanti i volti sorridenti di ragazzi e ragazze incontrati; molti i volti degli educatori ed animatori più o meno stanchi ma felici del servizio che stavano svolgendo. Portare un saluto è stato un modo per “farsi vicini”, per conoscere sempre di più le varie realtà di oratorio, per sostenere seppur soltanto con un sorriso il grande lavoro che “gli oratori” fanno ogni giorno per il bene dei ragazzi e giovani. Il giro è iniziato dall’oratorio di Porto Sant’Elpidio “Parti dal Porto”, i cui ragazzi, dopo un primo momento insieme in chiesa, sono stati suddivisi e distribuiti in 4 punti della città. Un saluto al parroco don Andrea Andreozzi e poi di corsa a trovare i ragazzi in due punti della città: alla “piattaforma” a nord e presso i locali della parrocchia del Sacro Cuore a sud (dove a dare il benvenuto c’era don Matteo Sardellini). 
Il giro è poi continuato alla volta dell’oratorio di Monte Urano presso la casa San Lorenzo, e dopo un saluto al parroco don Luigi Mancini ed ai ragazzi “beccati” nell’ora della merenda, il giro si è concluso all’oratorio Don Bosco di Montecosaro Scalo.
Un pomeriggio carico di gioia e divertimento: una bella occasione per ricordare quanto può essere bello ed utile “frequentare e crescere” in oratorio !
Un grazie da tutta l’equipe a tutti gli oratori della diocesi per la passione messa nel servizio verso i bambini, i ragazzi ed i giovani !

Share

EurHome – IX Campo Ecumenico a Loreto dal 21 al 28 Luglio 2017 !

All’interno dell’Agorà dei giovani del Mediterraneo è nato il campo giovani ecumenico «Da Eurhope a Eurhome», una settimana residenziale con ragazzi e ragazze di diverse confessioni cristiane. Un’esperienza che include e non esclude nessuno. Giovani diversi per confessione religiosa e per tanti altri motivi: la puntualità, il cibo, il modo di vestire … diversità che non fanno rima con divisione ma con ricchezza, bellezza, gioia.

Il Centro Giovanni Paolo II, nella logica della quotidianità, si è fatto “casa” abbracciando la diversità e la sua forza, nel nome dell’unità. I ragazzi vivono quest’esperienza di vita comune che permette loro di rifuggire la tentazione di considerare la “dottrina come fonte di divisione”. In questa esperienza paradossalmente la lingua rappresenta una difficoltà superiore rispetto alla facilità con cui i giovani vivono gesti comuni di fede, di servizio e di preghiera. Un piccolo passo, ma fondamentale, verso l’unità, secondo la volontà e la preghiera di Gesù: “che tutti siano uno”. È un esperienza forte della cattolicità della Chiesa, intesa non come una delle confessioni cristiane presenti, ma come la Chiesa nella sua universalità, la Chiesa nel suo essere una non perché uniforme ma perché costruita su Gesù Cristo, sulla fede degli apostoli e dei profeti. L’ecumenismo, terra promessa dei cristiani, tornerà a volare alto grazie alle relazioni di giovani che accompagnati dai loro educatori (preti, suore, laici, vescovi), in ascolto della Parola, metteranno da parte le loro strade per seguire solo Gesù, unica via dell’unità. E allora continuiamo a domandarci: «perché siamo divisi se stiamo così bene insieme?» e rispondiamo ogni giorno abbattendo i muri e costruendo ponti.

Quest’anno la IX edizione del Campo Ecumenico Internazionale si svolgerà dal 21 al 28 luglio 2017. Per i dettagli, per iscriversi e per rimanere aggiornato su tutte le informazioni e le news di questo bell’evento, cliccare al link di seguito riportato:

EurHome – Campo Ecumenico

Share

“Pinocchio nella Blue Whale … e Geppetto ? Incontro all’oratorio don Bosco di Porto Potenza Picena


Interessante incontro in programma il prossimo mercoledì 21 giugno 2017 alle ore 21,30 presso l’oratorio Don Bosco di Porto Potenza Picena, dal titolo “Pinocchio nella Blue Whale … e Geppetto?” rivolto a tutti i genitori, docenti, educatori e catechisti sui motivi che portano i ragazzi a seguire falsi miti. Relatori dell’incontro saranno la dott.ssa Alice Mobili (Psicologa e Psicoterapeuta) e la dott.ssa Tullia Mauriello (pedagogista clinica). L’incontro, organizzato dal Comune di Potenza Picena, dall’AGE (associazione italiana genitori), “La Zucca Magica” e da AIART (associazione italiana ascoltatori radio e televisione), vista l’attualità della tematica presentata, si preannuncia davvero molto interessante !

Share

L’oratorio don Bosco di Porto Potenza Picena ospita le attività de “Il Mosaico”

“Sperimental … mente” è il titolo del centro estivo organizzato dalla Società Cooperativa sociale onlus “Il Mosaico” presso l’oratorio don Bosco di Porto Potenza Picena dal 12 giugno al 4 agosto 2017. Un mix di attività, laboratori, workshop settimanali che vede l’oratorio don Bosco e la sede de “il Mosaico” impegnarsi per ospitare tutti i ragazzi che vorranno vivere al meglio l’estate appena iniziata, evitando di sprecare tempo con “il nulla” e preferendo “tutto il resto” che arricchisce, fa crescere ed educa.

Seppur in questa occasione indirettamente, ancora una volta l’oratorio don Bosco conferma il suo voler essere in prima linea per offrire ai ragazzi e giovani della parrocchia e non solo, occasioni interessanti per passare bei momenti insieme!

Share

Tutto è pronto per l’inaugurazione dell’oratorio Carlo Acutis, Potenza Picena!

 

Ci siamo !!! L’attesa è finita … dopo vari lavori, tutto è pronto per dare vita ad un pomeriggio davvero importante per la città di Potenza Picena. Un pomeriggio di grande gioia che vede l’inaugurazione ufficiale del nuovo oratorio “Carlo Acutis”.

Domenica 25 giugno, dalle ore 16.30, nessuno può mancare !!! Ricco il programma: alle ore 16.30 grande caccia al tesoro per bambini e ragazzi; alle ore 18.30 in collegiata Santa Messa ed inaugurazione e benedizione dei nuovi locali; a seguire la festa continua con un momento conviviale e ricreativo per grandi e piccoli nei locali del nuovo oratorio !

Share

Cena all’oratorio don Bosco di Montecosaro Scalo!


Dopo il successo registrato grazie al gruppo di carnevale sui DIECI COMANDAMENTI realizzato dall’oratorio don Bosco di Montecosaro Scalo, gli stessi organizzano una interessante ed invitante cena  il prossimo sabato 24 giugno (ore 20.00) per ritrovarsi insieme e festeggiare, divertirsi passando insieme una bella serata e allo stesso tempo rafforzare relazioni ed amicizie!

L’oratorio è anche tutto questo: progetti, fatica, attività, soddisfazioni e festeggiamenti ! Due le proposte di menù: moccolotti co l’oca, maialino, insalata, acqua e vino oppure penne, cotoletta, patatine fritte, acqua e vino. Info e prenotazioni: Daniele (328.0352191), Arianna (340.7632558), Matteo (329.1685178).

Share

Servizio Civile 2017: tante opportunità nel Fermano !

“Torna anche quest’anno il bando per il Servizio Civile Nazionale, un’occasione interessante ed importante per tutti i giovani dai 18 ai 28 anni che vogliono dedicare un anno della propria vita ad una esperienza di servizio agli altri e crescita personale. Donare e farsi un dono allo stesso tempo!”. Con queste parole don Michele Rogante, direttore del Ricreatorio San Carlo di Fermo e Presidente del Coordinamento Oratori Fermani (C.O.F.), accoglie la notizia della pubblicazione del nuovo bando volontari 2017, che vede nel nostro territorio provinciale (e non solo) tante possibilità di servizio offerte dalla Caritas Diocesana e dal Comune di Fermo – ambito territoriale XIX. In merito alla Caritas diocesana, tre sono le opportunità fra le quali i giovani possono scegliere: servizio negli oratori a contatto con i ragazzi e giovani (fra cui anche il Ricreatorio San Carlo), servizio con gli anziani e servizio di ascolto e condivisione nelle strutture Caritas. Il bando scade il 26 giugno. Per avere maggiori informazioni a riguardo, il Ricreatorio San Carlo insieme alla Caritas Diocesana di Fermo, all’Ambito Sociale XIX ed al Comune di Fermo ha organizzato un “incontro informativo sul bando di selezione per il servizio civile nazionale” il prossimo sabato 10 giugno, alle ore 17.30 presso la “Sala Verde” del Ricreatorio San Carlo (Via don Biagio Cipriani 2/4). “Vista la validità della proposta del servizio civile e vista l’occasione dell’incontro informativo – conclude don Michele – invito tutti i giovani a cogliere questa occasione per non perdere una opportunità davvero importante”. Info: www.fermodiocesi.it, www.caritasdiocesifermo.it/giovani/servizio-civile/; FB: Ricreatorio San Carlo.

Share

1° Maggio al Ricreatorio San Carlo: una splendida festa !

“Ormai è chiaro: non è un vero 1° maggio al San Carlo se non ci sono almeno due gocce di pioggia!”. Con questa battuta don Michele Rogante, direttore del Ricreatorio storico della città, scherza nel raccontare l’esito della festa. “Sono molto contento di come è andata la giornata di ieri – continua don Michele – tanta gente, tanta voglia di stare insieme per scambiare due parole e divertirsi”. Il tempo quest’anno ha retto e la bella giornata (con qualche nuvola nel pomeriggio) ha permesso che il programma venisse rispettato fin dall’inizio: l’immancabile messa alle ore 12.00 animata dal coro diretto dal M°. Maria Pauri, i gonfiabili (che hanno fatto letteralmente impazzire di gioia i bambini e ragazzi presenti), la possibilità di pranzare insieme grazie allo stand gestito dalla contrada San Martino, il mercatino “Te lo regalo se lo vieni a prendere” coordinato da Cristina Donati, il biliardino e il tavolo da ping pong presi d’assalto per tutto il giorno, l’animazione dell’ass. Ludic e i laboratori di Francesca Rutili del Servizio Civile, il truccabimbi di The Lux – parrucchieri, il concerto de “Le Trame di Rino” alle ore 18.00 e per finire pennette all’arrabbiata gratis per tutti! Ancora una volta il 1° maggio al San Carlo si è dimostrata per la città una interessante e divertente occasione per passare un pomeriggio insieme in allegria. “So che il 1° maggio a Porto Sant’Elpidio è una gran bella “concorrenza” – dice don Michele – e sono molto contento che la loro festa sia andata bene. Anche noi nel nostro piccolo abbiamo fatto una proposta interessante e la numerosa partecipazione dei fermani (e non solo) ci ha dato conferma del buon lavoro svolto”. “Un grazie speciale – conclude don Michele – va ai collaboratori del Ricreatorio San Carlo (Giuseppe Lupoli, Francesco Ciucani e Francesca Rutili), alla contrada San Martino ed ai volontari che mi hanno sostenuto nella realizzazione della festa”.

Share

Il 1° Maggio è al Ricreatorio San Carlo ! NEWS

Anche nel 2017 il 1° Maggio è… al Ricreatorio San Carlo! Torna come ogni anno l’immancabile appuntamento al ricreatorio storico della città, che ospiterà per un intero pomeriggio numerose proposte! “L’obiettivo è chiaro – dice don Michele Rogante, direttore del ricreatorio – ritrovarsi e passare insieme un bel momento di aggregazione e serenità! Il San Carlo è stato questo da sempre: un luogo per giovani (e non solo) dove star bene, fare comunità, divertirsi in amicizia!”. Si inizia alle ore 12.00 con la messa all’aperto; alle ore 12.30 aprirà lo stand gastronomico (curato dalla contrada San Martino); in contemporanea si darà il via al mercatino “Te lo regalo se lo vieni a prendere… al San Carlo”, una interessante proposta per donare oggetti in buono stato che non usiamo più ma soprattutto per trovare occasioni che magari cerchiamo da tempo (tutti possono partecipare: info e prenotazioni al n. 331.4085670); per tutta la giornata sarà possibile partecipare al concorso fotografico “W la gioia”, con foto da scattare e pubblicare in tempo reale su FB a caccia di “mi piace” e così vincere dei premi! Nel pomeriggio saranno anche attivi i gonfiabili (alti fino a 6 mt!),  l’angolo giochi con biliardino e tavolo da ping pong, i tornei di briscola e burraco, momenti di animazione con l’associazione LUDIC di Alicia Barauskas e con Francesca Rutili (animatrice in servizio civile al San Carlo); l’angolo trucca bimbi e facepainting per adulti. Alle ore 18.00 sarà la volta de “Le Trame di Rino in concerto”. “Insomma, di motivi per venire a fare festa con noi ci sono – conclude don Michele – Lo staff organizzativo è pronto. Colgo l’occasione per ringraziare quanti hanno lavorato per mettere su questa festa: da Giuseppe Lupoli (operatore al San Carlo), a Francesco Ciucani e Francesca Rutili (operatori del Servizio Civile Caritas/progetto oratori), passando per la contrada San Martino e tutti i volontari che il 1° saranno presenti a dare una mano!”. Il pomeriggio si concluderà con le pennette all’arrabbiata gratis per tutti alle ore 19.30. Ingresso libero. Maggiori informazioni: pagina FB “Ricreatorio San Carlo”; evento FB “Il primo maggio è al Ricreatorio San Carlo”; www.oratorifermani.it/ricreatorio-san-carlo. Non mancate !

Share