News Coordinamento

“Oratorio in presepe”: al via la quarta edizione

Il Coordinamento Oratori Fermani in occasione delle Festività Natalizie indice il 4° Concorso Diocesano Presepi “ORATORIO IN PRESEPE” sottotitolato “Protagonisti di un abbraccio…. alla culla”.
Obiettivo del concorso è di promuovere un’ attività laboratoriale, inserita nella proposta annuale di ciascun oratorio, come opportunità per incoraggiare i ragazzi nell’ideazione e/o realizzazione di un presepe che sia esperienza di un lavorare insieme su un progetto che coinvolga più generazioni. In tal modo si vorrebbe favorire il protagonismo dei ragazzi con un coinvolgimento di passione e di talenti di adulti, chiedendo aiuto ai genitori, ai fratelli, agli amici, ai nonni e quant’altri.
Il concorso si inserisce inoltre nella proposta annuale “ORAINSIEME… protagonisti di un abbraccio”. Il presepe diventa occasione e segno caratteristico di una fraternità del “fare INSIEME” e di festa attorno al presepe. Segno visibile che racconta una presenza “in mezzo a noi”, la culla ci invita ad un abbraccio che vuole esprimere tutta la nostra cura e attenzione per un incontro speciale da coltivare.
Per partecipare al concorso occorre inviare la scheda di iscrizione, unita alle foto e una presentazione del manufatto entro martedì 26 dicembre 2017 compilando e inviando il modulo allegato all’indirizzo di posta elettronica oratorifermani@gmail.com.

IV Concorso presepi Regolamento

IV Concorso presepi Scheda iscrizione

Share

“L’arte di animare”: corso di formazione per catechisti, educatori e animatori

“L’arte di animare”, una sfida davvero importante quella proposta quest’anno a tutti i catechisti, educatori ed animatori il fine settimana dal 10 al 12 novembre scorso presso i locali della Parrocchia di Santa Maria a Montegranaro. Più di 70 volontari, impegnati nei vari percorsi catechistici, hanno accolto questa opportunità formativa , mettendosi in gioco in prima persona, certi del bisogno di acquisire sempre nuovi strumenti e metodologie da mettere in campo nel bellissimo quanto impegnativo servizio educativo e di evangelizzazione.

Un’attenzione speciale che l’unità pastorale di Montegranaro promuove fin dallo scorso anno come accompagnamento per i propri educatori e che in questa edizione ha curato in stretta collaborazione con il Coordinamento Oratori Fermani, estendendo l’opportunità di partecipazione a quanti sono impegnati allo stesso livello nelle parrocchie e oratori che gravitano nella rete del COF.

Il corso, brillantemente condotto da Andrea Ballabio della Cooperativa Sociale Pepita Onlus, agenzia educativa da anni impegnata nell’attività di formazione, animazione e realizzazione di progetti educativi, si è snodato come un percorso laboratoriale, articolato in moduli formativi ben definiti, tutti incentrati sul tema della catechesi e della metodologia animativa. L’accoglienza come stile educativo ed evangelico, la relazione educativa, l’animazione e i suoi linguaggi, le nuove tecnologie, lo sguardo progettuale: questi in sintesi gli argomenti trattati.

Una sfida per la catechesi, una sfida per ripartire in modo sempre nuovo!

Video e materiali del corso nella pagina Formazione

Share

“L’arte di animare … una sfida per la catechesi ! Corso formativo a Montegranaro

Carissimi, vogliamo presentarvi una importante iniziativa formativa promossa dall’unità pastorale di Montegranaro, organizzata in stretta collaborazione con il Coordinamento Oratori Fermani.
“L’arte di animare – … una sfida per la catechesi” è un corso di formazione rivolto a catechisti, educatori e animatori. Un corso che l’unità pastorale di Montegranaro ha pensato come accompagnamento formativo rivolto a tutti i suoi educatori impegnati nei vari percorsi catechistici e che ha poi, nella sua prima edizione dello scorso anno, aperto alla partecipazione di quanti erano impegnati allo stesso livello nelle parrocchie dell’intera vicaria di Montegranaro.
Quest’anno, con la collaborazione del Coordinamento Oratori Fermani, abbiamo pensato di estendere questa opportunità di crescita anche agli oratori che gravitano nella rete del Cof. Teniamo a precisare che tale proposta formativa non si intende sostitutiva del percorso formativo già previsto per questo anno pastorale dal Coordinamento, ma si configura come una proposta aggiuntiva. Il corso si presenta come un percorso laboratoriale che prevede una serie di moduli formativi ben definiti e separati, in modo tale da offrire la massima flessibilità di partecipazione. Certamente è auspicabile la partecipazione al percorso completo.

Per poter garantire una idonea ed efficace organizzazione, abbiamo pensato di poter garantire un massimo di due presenze per ogni oratorio/parrocchia non rientrante nella vicaria di Montegranaro. Eventuali richieste di presenze aggiuntive possono essere concordate direttamente sulla base del numero complessivo dei partecipanti.
Si potrà contribuire liberamente al sostenimento delle spese direttamente in loco.
Per la cena del sabato sera, sarà potrà usufruire della possibilità di una frugale cena a base di pizza, con prenotazione direttamente il sabato pomeriggio

Share

Formazione C.O.F. ai nuovi giovani del Servizio Civile Nazionale

Continua il percorso di formazione dei giovani che lo scorso 11 ottobre 2017 hanno iniziato il “Servizio Civile Nazionale” accogliendo la proposta della Caritas Diocesana di Fermo per il nuovo anno pastorale 2017/2018. Uno dei progetti approvati vede gli oratori come luogo dove “mettersi in gioco”: proprio per i civilisti che presteranno servizio in oratorio, questa mattina sabato 14 ottobre, si è tenuto un incontro di formazione specifica presso il Ricreatorio San Carlo di Fermo, sede del Coordinamento Oratori Fermani (C.O.F.). Ad organizzarlo, don Michele Rogante (presidente COF), Marta Sciuccati e don Andrea Patanè (responsabili COF dell’area formativa). Dopo giorni di formazione più generale presso la sede Caritas della diocesi di Fermo, un incontro che scende più nello specifico del mondo oratoriano. La formazione è iniziata con un momento di presentazione; i giovani hanno poi condiviso attraverso un’attività i loro pensieri riferiti all’oratorio: cos’è, come lo immaginano. Dopo un primo scambio di idee, è stata loro presentata la “definizione” che i vescovi danno dell’oratorio nel documento “Educare alla buona vita del Vangelo”: riconoscere in questa definizione le parole fondamentali da quelle importanti a quelle “semplicemente” interessanti, ha permesso ai formatori di chiarire alcune informazioni sugli oratori. La nota pastorale “Il laboratorio dei Talenti” ha poi permesso di definire ancora di più il “mondo oratoriano”, così da consentire ai giovani di entrare sempre meglio nella realtà dove andranno a vivere la loro esperienza di servizio. Dopo una breve pausa, la formazione è continuata presentando il COF e le attività che organizza ed infine i giovani si sono messi in gioco nel parco del san Carlo per scoprire il tema del nuovo anno oratoriano 2017/2018, lo slogan (“Orainsieme, protagonisti di un abbraccio”), il logo, il brano biblico (Vangelo di Marta e Maria). Una mattinata informale ma coinvolgente allo stesso tempo, un’occasione per crescere come squadra, una opportunità per conoscere ed amare il mondo degli oratori.

Share

Sport senza Frontiere – I giovani scendono in campo !

Il comunicato stampa ufficiale di presentazione dell’iniziativa “Sport senza Frontiere”, fortemente voluta e coordinata dal Servizio di Pastorale Giovanile, dal Coordinamento Oratori Fermani e dall’Ufficio per la Pastorale del Tempo libero, Turismo e Sport, con la collaborazione tecnica del Centro Sportivo Italiano.

SPORT SENZA FRONTIERE, I giovani scendono in campo.
È il titolo dato alle gare tra Parrocchie/Unità Pastorali dell’Arcidiocesi di Fermo che vedranno partecipare giovani dai 14 ai 19 anni in rappresentanza delle Parrocchie
Si tratta di un’iniziativa dell’Arcidiocesi di Fermo coordinata dal Servizio di Pastorale Giovanile, dal Coordinamento Oratori Fermani e dall’Ufficio per la Pastorale del Tempo libero, Turismo e Sport e con la collaborazione tecnica del Centro Sportivo Italiano (comitati Provinciali di Ascoli Piceno, Fermo e Macerata).

Le gare si svolgeranno nei mesi di Ottobre e Novembre, secondo il calendario già pubblicato sul sito dell’Arcidiocesi e sul sito del comitato CSI di Fermo.
Le parrocchie possono iscriversi all’iniziativa fino al 30 settembre.

Il Regolamento Generale è già disponibile presso i siti riportati sopra.
I Regolamenti delle singole discipline saranno disponibili a breve.

Le discipline previste per questa prima edizione sono sette.
Tiro con l’arco, ping pong e biliardino si svolgeranno domenica 15 ottobre a Massignano.
Ruzzola e corsa campestre avranno luogo domenica 22 ottobre a Loro Piceno.

A novembre gli appuntamenti sono due: domenica 5 a Fermo con le gare di pallavolo e domenica 12 a Montecosaro Scalo con il Calcio a 5 e la manifestazione di chiusura dell’iniziativa.

Il proposito della proposta è quello di rivolgersi ai giovani all’inizio dell’anno pastorale con una iniziativa che accoglie le loro esigenze di incontro attraverso uno strumento, lo sport, che può essere una grande e preziosa “palestra di vita”.

Un obiettivo è certamente anche quello di sensibilizzare il mondo adulto ad una cura e ad un accompagnamento nei confronti della realtà giovanile che troppo spesso resta inascoltata.

Questa prima edizione vuole anche essere un piccolo strumento in preparazione al Sinodo sui giovani che Papa Francesco ha voluto per il 2018. Nel documento preparatorio al sinodo lo sport è indicato come uno dei linguaggi più comuni al mondo giovanile; rappresenta anche l’ambito in cui si spendono con slancio tante figure educative rendendo la pratica sportiva una importante risorsa ai fini della stessa educazione e della relazione intergenerazionale.

L’augurio è che possa essere un esercizio di attenzione, collaborazione e comunione sia all’interno della comunità ecclesiale sia in rapporto con tutto il territorio, con la presenza delle istituzioni civili e delle numerose associazioni e proposte aggregative

Share

Consulta Oratori: al Ricreatorio San Carlo per avviare insieme il nuovo anno oratoriano 2017/2018 !

“Nuovamente pronti e carichi per un altro anno insieme in oratorio!” Con questa frase si potrebbe riassumere la riunione di consulta convocata ieri sera, martedì 19 settembre, al Ricreatorio San Carlo di Fermo dal C.O.F. (Coordinamento Oratori Fermani). “La consulta – spiega don Michele Rogante, Presidente C.O.F. – è la riunione dei coordinatori degli oratori della diocesi convocata per esprimere, con finalità consultiva, pareri sull’attività del Coordinamento, sul programma degli oratori, sugli indirizzi e le proposte e per la realizzazione di progetti comuni. Ieri sera ci siamo ritrovati per avviare insieme il nuovo anno oratoriano 2017/2018: al piacere di rivedersi tutti dopo la pausa estiva, è seguita la presentazione del tema dell’anno, lo slogan, il logo ed il brano biblico di riferimento che caratterizzeranno le attività degli oratori della diocesi di Fermo”. Un incontro che ha visto la partecipazione di numerosi coordinatori di tutto il territorio diocesano. Dopo un momento di preghiera iniziale, è stato dato spazio al tema dell’anno: lo stesso, partendo da due attenzioni suggerite nella convocazione di inizio anno pastorale dello scorso 10 settembre (riscoprire il ruolo e l’importanza degli “organismi di partecipazione” e le “unità pastorali”), punta al riscoprire il protagonismo degli oratori, crescendo in un clima di sempre maggiore partecipazione alla vita della parrocchia, territorio (città), chiesa universale. “Dopo aver scoperto “occhi nuovi” per accorgersi di quanto accade intorno a noi (anno oratoriano 2016/2017), – continua il presidente COF – siamo ora chiamati a vivere nel concreto della nostra quotidianità quanto appreso. L’oratorio dunque come luogo dove riscoprire il proprio essere elemento importante per la chiesa: protagonisti di comunione”. Il logo per il nuovo anno presenta una “versione 2.0” del già conosciuto logo COF: la cattedrale di Fermo (richiamo alla nostra Arcidiocesi) e l’albero (richiamo agli oratori) che si abbracciano affettuosamente sotto un sole che sorride. Chiaro e diretto lo slogan: “OraInsieme! Protagonisti di un abbraccio” col quale si vuole rilanciare la necessità di accorgersi che è questo il tempo propizio per riconoscersi sempre più come comunità in cammino, in preghiera, in azione verso l’esterno. Il brano biblico che sosterrà il cammino degli oratori è il vangelo di Luca su Marta e Maria (qui la lectio divina dell’Arcivescovo). “La consulta – conclude don Michele – è stata poi l’occasione per confrontarsi su altri aspetti, come il percorso di formazione, l’iniziativa diocesana “Sport senza Frontiere”, la formazione di nuove equipe in vista della festa diocesana ed il sussidio per il GREST (attività estive in oratorio). Tanti temi ma soprattutto tanta voglia di affrontarli insieme, in una sempre maggiore comunione ecclesiale”.

Maggiori approfondimenti nella sezione  Documenti / Tema annuale del sito COF.

Share

2017/2018 – pronti a ripartire ! Convocata la Consulta degli oratori martedì 19 settembre

Martedì 19 settembre, alle ore 21.15, presso la sede del Coordinamento Oratori Fermani al Ricreatorio San Carlo di Fermo, è convocata la consulta degli oratori.

Sarà l’occasione per presentare il tema del nuovo anno oratoriano 2017/2018, il logo, il brano bliblico.
Inoltre durante la serata verranno illustrate alcune novità circa la possibile collaborazione fra il Servizio Civile Nazionale (Progetti della Caritas diocesana) e gli oratori interessati. Non ultime, verranno presentate alcune novità che interesseranno tutti gli oratori della diocesi.

La consulta è riservata ai coordinatori di oratorio.
Qualora qualcuno non potesse venire, è invitato a mandare un rappresentante.

Non mancate!
L’Equipe C.O.F.

Share

Chiesa in festa! Nominato il nuovo Arcivescovo di Fermo: don Rocco Pennacchio

Oggi, giovedì 14 settembre 2017, festa della esaltazione della Croce, è stato dato l’annuncio alle ore 12.00 da Mons. Luigi Conti, nominato Amministratore Apostolico sede vacante.

Il nuovo Pastore appartiene al clero dell’arcidiocesi di Matera-Irsina, ed è finora parroco della parrocchia di San Pio X, a Matera.

Il Coordinamento Oratori Fermani è pronto per accogliere il nuovo arcivescovo !!

 

Rev.do Mons. Rocco Pennacchio
Il Rev.do Mons. Rocco Pennacchio è nato a Matera, arcidiocesi di Matera-Irsina e provincia di Matera, il 16 giugno 1963. Ha conseguito i diplomi di Perito Commerciale e al Conservatorio. Ha iniziato l’esperienza lavorativa nella filiale del Banco di Napoli di Matera. Attivamente impegnato in parrocchia, all’interno dell’Azione Cattolica, rivestendo anche ruoli apicali in ambito locale e diocesano.

Nel 1993, a trent’anni, è entrato nel seminario interdiocesano maggiore di Potenza per i corsi teologici istituzionali, conclusi con il Baccellierato in Teologia; il 4 luglio 1998 è stato ordinato presbitero per l’arcidiocesi di Matera-Irsina. In seguito ha ripreso gli studi in antropologia teologica presso l’Istituto Teologico Pugliese di Molfetta, conseguendo la Licenza.

Tra gli incarichi più significativi: Vicario parrocchiale a San Paolo Apostolo a Matera dal 1998 al 2010; Assistente Diocesano della FUCI e del settore giovani di Azione Cattolica dal 1998 al 2006; Assistente spirituale delle Missionarie della Regalità dal 1998 al 2009; Insegnante di religione nel Liceo cittadino dal 2001 al 2011; Economo Diocesano di Matera-Irsina dal 2004 al 2010; Economo della Conferenza Episcopale Italiana dal 2011 al 2016. Dall’ottobre 2016 è Parroco di san Pio X, a Matera.

L’ufficio liturgico diocesano ricorda che in tutte le Messe, così come nelle altre celebrazioni, pie pratiche o incontri pastorali, si potrà concludere la celebrazione,  recitando, prima della benedizione, questa preghiera per il nuovo Vescovo Eletto:

Preghiera per il Vescovo

Signore Gesù,
che hai scelto il Vescovo Rocco
per inviarlo in mezzo a noi
come dispensatore dei tuoi divini misteri,
sii benedetto nei secoli.
La sua presenza sia segno della tua grazia
e manifestazione del tuo Amore di Pastore.
Guidato dal tuo Santo Spirito
coltivi sempre la carità evangelica
per essere sollecito alle necessità dei fratelli
in tutto il mondo e in particolare
nella nostra Chiesa diocesana.
La sua vita sia sempre animata
dalla contemplazione della tua Parola,
dalla celebrazione dell’Eucaristia,
e dall’ascolto incessante del grido dei poveri.
Fa’ che trovi consolazione
nell’obbedienza di noi tuoi fedeli
e, saldo nella speranza,
sappia offrire alla tua Chiesa che è in Fermo,
cammini coraggiosi di fede e carità
verso l’incontro con Te.
Maria, Regina degli apostoli,
custodisca la nostra famiglia diocesana
nella comunione e nell’unità.
Amen.

Share

Grest 2017 – Il C.O.F. saluta gli oratori al lavoro!

Al di là della “conoscenza” che si può generare con le riunioni o gli incontri di formazione, creare occasioni informali per alimentare relazioni sincere di amicizia e scambio reciproco è qualcosa di importante e fondamentale. Questo il C.O.F. lo sa bene e cerca di non perdere occasioni per rafforzare quei legami che nascono proprio grazie alla partecipazione al coordinamento diocesano oratori. Ecco il motivo che, lo scorso 5 luglio, ha spinto don Michele Rogante e Marta Sciuccati (membri dell’equipe COF) a fare visita ad alcuni oratori dell’arcidiocesi di Fermo impegnati nelle attività estive del grest. Tanti i volti sorridenti di ragazzi e ragazze incontrati; molti i volti degli educatori ed animatori più o meno stanchi ma felici del servizio che stavano svolgendo. Portare un saluto è stato un modo per “farsi vicini”, per conoscere sempre di più le varie realtà di oratorio, per sostenere seppur soltanto con un sorriso il grande lavoro che “gli oratori” fanno ogni giorno per il bene dei ragazzi e giovani. Il giro è iniziato dall’oratorio di Porto Sant’Elpidio “Parti dal Porto”, i cui ragazzi, dopo un primo momento insieme in chiesa, sono stati suddivisi e distribuiti in 4 punti della città. Un saluto al parroco don Andrea Andreozzi e poi di corsa a trovare i ragazzi in due punti della città: alla “piattaforma” a nord e presso i locali della parrocchia del Sacro Cuore a sud (dove a dare il benvenuto c’era don Matteo Sardellini). 
Il giro è poi continuato alla volta dell’oratorio di Monte Urano presso la casa San Lorenzo, e dopo un saluto al parroco don Luigi Mancini ed ai ragazzi “beccati” nell’ora della merenda, il giro si è concluso all’oratorio Don Bosco di Montecosaro Scalo.
Un pomeriggio carico di gioia e divertimento: una bella occasione per ricordare quanto può essere bello ed utile “frequentare e crescere” in oratorio !
Un grazie da tutta l’equipe a tutti gli oratori della diocesi per la passione messa nel servizio verso i bambini, i ragazzi ed i giovani !

Share

EurHome – IX Campo Ecumenico a Loreto dal 21 al 28 Luglio 2017 !

All’interno dell’Agorà dei giovani del Mediterraneo è nato il campo giovani ecumenico «Da Eurhope a Eurhome», una settimana residenziale con ragazzi e ragazze di diverse confessioni cristiane. Un’esperienza che include e non esclude nessuno. Giovani diversi per confessione religiosa e per tanti altri motivi: la puntualità, il cibo, il modo di vestire … diversità che non fanno rima con divisione ma con ricchezza, bellezza, gioia.

Il Centro Giovanni Paolo II, nella logica della quotidianità, si è fatto “casa” abbracciando la diversità e la sua forza, nel nome dell’unità. I ragazzi vivono quest’esperienza di vita comune che permette loro di rifuggire la tentazione di considerare la “dottrina come fonte di divisione”. In questa esperienza paradossalmente la lingua rappresenta una difficoltà superiore rispetto alla facilità con cui i giovani vivono gesti comuni di fede, di servizio e di preghiera. Un piccolo passo, ma fondamentale, verso l’unità, secondo la volontà e la preghiera di Gesù: “che tutti siano uno”. È un esperienza forte della cattolicità della Chiesa, intesa non come una delle confessioni cristiane presenti, ma come la Chiesa nella sua universalità, la Chiesa nel suo essere una non perché uniforme ma perché costruita su Gesù Cristo, sulla fede degli apostoli e dei profeti. L’ecumenismo, terra promessa dei cristiani, tornerà a volare alto grazie alle relazioni di giovani che accompagnati dai loro educatori (preti, suore, laici, vescovi), in ascolto della Parola, metteranno da parte le loro strade per seguire solo Gesù, unica via dell’unità. E allora continuiamo a domandarci: «perché siamo divisi se stiamo così bene insieme?» e rispondiamo ogni giorno abbattendo i muri e costruendo ponti.

Quest’anno la IX edizione del Campo Ecumenico Internazionale si svolgerà dal 21 al 28 luglio 2017. Per i dettagli, per iscriversi e per rimanere aggiornato su tutte le informazioni e le news di questo bell’evento, cliccare al link di seguito riportato:

EurHome – Campo Ecumenico

Share