News Oratori

COF e Caritas Diocesana insieme per un Natale diverso !

“Il DONO, Tra dono e carità, donarsi per gli altri” e “CHI E’ IL MIO PROSSIMO? Apri gli occhi” sono i titoli di due schede proposte dalla Caritas Diocesana di Fermo ai bambini/e e ai ragazzi delle medie e superiori in questo tempo di Avvento in vista del Natale. 

Due schede operative per catechisti, genitori, educatori, animatori di gruppi ed oratori che il COF recepisce e rilancia a tutti gli oratori dell’Arcidiocesi, con le quali poter aiutare bambini e ragazzi ad aprire gli occhi e crescere nella sensibilizzazione verso temi a volte sconosciuti o mal compresi.

 

“Il DONO, Tra dono e carità, donarsi per gli altri” è la scheda rivolta ai bambini e bambine delle elementari ed ha come tema il sensibilizzare sul tema del dono e della carità, fargli capire che i piccoli gesti fanno la differenza. 
Scarica la scheda il dono_elementari

“CHI E’ IL MIO PROSSIMO? Apri gli occhi” è la scheda rivolta ai ragazzi delle medie e superiori ed ha come tema il sensibilizzare sull’aiuto al prossimo, per farli riflettere su quanta attenzione hanno verso il prossimo e specialmente verso le persone più in difficoltà.
Scarica la scheda chi è il mio prossimo_medie

 

Share

Finanziamenti Regione Marche, annualità 2021

Carissimi,
             di seguito pubblichiamo in forma di domande/risposte le informazioni utili da conoscere per poter accedere ai finanziamenti stanziati dalla Regione Marche per l’annualità 2021.

Come vedrete di seguito, sarà possibile avere un contributo soltanto per le attività ammesse a progetto le cui spese sono ritenute ammissibili per la rendicontazione. Riguardano spese effettuate nell’anno 2021, entro il 31 dicembre.

Si ricorda che il contributo assegnato dal COF a ciascun oratorio non andrà a coprire l’intero importo della spesa sostenuta, ma come sempre cercheremo di sostenere al massimo tutti gli oratori attivi, ringraziandovi già ora per quanto ciascuno di voi fa per la crescita e l’educazione dei nostri ragazzi/e e giovani. 

Per accedere al contributo, sarà importante inviare entro domenica 19 dicembre all’indirizzo oratorifermani@gmail.com la “Richiesta Contributo Regione Marche, anno 2021” (scaricabile cliccando di seguito Richiesta Contributo 2021- oratori) insieme ai documenti fiscalmente validi per il rendiconto inerenti le spese sostenute.


Di seguito le informazioni utili …

Chi deve presentare i progetti?
Il progetto è diocesano ed è unico. Il referente diocesano oratori si occupa della presentazione del progetto in Regione (già inviato tramite PEC alla Regione Marche il giorno 26.11.2021).

Le parrocchie possono fare autonomamente dei progetti e consegnarli alla regione?
Assolutamente no.

Le parrocchie possono accedere direttamente ai fondi e rendicontare direttamente alla Regione?
No. Solo tramite le diocesi.

A quale periodo devono far riferimento le fatture?
Al periodo compreso tra il 1 gennaio 2021 e il 31 dicembre 2021.

I documenti fiscalmente validi per il rendiconto del progetto possono essere intestati ad una parrocchia?
Si, purché gli enti e le attività siano inseriti nel progetto diocesano.

Quali sono le attività oggetto di contributo?
Le attività che le Diocesi potranno espletare con i fondi regionali oratori sono le seguenti:
– interventi che, in generale, garantiscono, anche attraverso nuove modalità di gestione, l’effettivo e regolare funzionamento delle attività di oratorio, in special modo in questo periodo di pandemia (igienizzazione, sanificazione, presenza di educatori, animatori e operatori per il rispetto di tutte le norme di protezione individuale e sociali) e l’eventuale apertura e/o gestione di nuovi spazi, anche all’aria aperta;
– iniziative che possano garantire esperienze di socialità e comunità in sicurezza e l’attivazione di reti tra i giovani anche attraverso l’integrazione digitale, l’uso sapiente della tecnologia, ricerche e sperimentazione di attività e metodologie d’intervento, specie a carattere innovativo;
– realizzazione di percorsi di integrazione e di recupero a favore di soggetti fragili a rischio di emarginazione sociale e/o povertà educativa.

Quali attività sono ESCLUSE dal finanziamento?
Quelle esclusivamente e strettamente attinenti alla religione e al culto, come ad es. il catechismo.

Quali sono le spese ammissibili?
Sono ammissibili le spese che fanno riferimento, in particolare, a:
– utenze, pulizie, manutenzione ordinaria degli spazi utilizzati dagli oratori;
– acquisto di presidi di protezione individuale, materiali e servizi di igienizzazione e sanificazione dei locali in ottemperanza alle vigenti normative per la riduzione del rischio di contagio da COVID- 19;
– acquisto di attrezzature e materiali didattici, di gioco e di consumo anche in ottemperanza alle vigenti normative per la riduzione del rischio di contagio da COVID-19;
– predisposizione di materiali didattici;
– consulenze sportive, culturali, pedagogiche e in materia di sicurezza e tutela dati personali e per altri servizi oratoriani;
– eventuali costi per la disponibilità dei locali utilizzati dagli Oratori sulla base di formali contratti di comodato, stipulati con Enti locali. Le spese legate alle utenze delle parrocchie ad es. devono riguardare i luoghi dove si svolgono le attività di oratorio. In caso di uso promiscuo ed in assenza di un contatore separato occorrerà predisporre una dichiarazione scritta redatta da un professionista in cui si distinguono le quote di spesa relative alle attività oratoriane rispetto alle altre attività. Le fatture relative alle utenze devono essere intestate a parrocchie o altri enti ecclesiali che svolgono attività di oratorio.

A chi devono essere intestate le fatture?
Agli enti ecclesiastici e alle associazioni che svolgono attività di oratorio sopra indicati inseriti nel progetto diocesano oratori.

Ci sono anche altri beni utilizzabili da progetto?
La legge regionale degli oratori dà la possibilità di avere in comodato gratuito locali di enti pubblici. In questo caso sono anche ammissibili a contributo eventuali costi per la disponibilità dei locali utilizzati dagli oratori.

È ammissibile il costo dell’IVA?
Solo quando rappresenta un costo per l’ente.

Eventuali spese assicurative possono essere ammissibili?
La normativa regionale non le indica tra le spese ammissibili.

Eventuali spese legate alla SIAE o altre tasse?
Anche in questo caso la normativa regionale non le indica tra le spese ammissibili.

E’ ammissibile una fattura dell’anno 2022 per una prestazione di consulenza professionale svolta in oratorio nell’anno 2021?
Si, purché nella descrizione della fattura all’ente sia scritto che l’attività è stata svolta nell’anno 2021.

Sono previste spese per interventi strutturali o nuove costruzioni?
Assolutamente no.

Sono ammissibili a rendiconto gli scontrini?
Se si tratta di scontrini fiscali parlanti si ritiene che sono ammessi quale documento giustificativo della spesa solo se provano che i costi sostenuti sono riferibili al soggetto beneficiario e permettono di conoscere la natura del bene o servizio acquistato.

Share

Iniziati al San Carlo… “I laboratori di Natale!”

Il Natale si avvicina ed il Ricreatorio San Carlo è pronto ad accoglierlo lasciandogli lo spazio che merita!

Ha infatti preso il via lo scorso 15 novembre “I Laboratori di Natale”, un percorso di sei laboratori tutti diversi fra loro (ma tutti a tema natalizio) rivolti ai ragazzi e ragazze, che si terranno ogni lunedì, fino al 20 dicembre, dalle ore 16.00 alle 17.30. Belli e stimolanti i temi dei vari incontri: si passerà dal realizzare il presepe al costruire il calendario dell’avvento, dal lavoro con il tronco di legno alla realizzazione del centro tavola di Natale, per concludere con i sassi colorati a tema natalizio e gli immancabili biglietti augurali. Sei laboratori per altrettanti sei momenti di divertimento, socializzazione e apprendimento, tutti negli spazi del Ricreatorio, con l’obiettivo di realizzare tantissimi lavori con i quali abbellire la propria casa in attesa del Natale.

 

Ogni laboratorio è gratuito e su prenotazione e si svolgerà nel pieno rispetto delle regole anticontagio da covid-19.

Il prossimo laboratorio è lunedì 22 novembre ed avrà come tema: realizziamo insieme il calendario dell’avvento. Non mancate.

Info e prenotazioni: 3403758917.

Share

Nasce al “San Carlo” il 1° laboratorio di Lingua dei Segni Italiana per bambini e ragazzi!

Nuova ed interessante proposta targata San Carlo.
Dall’incontro con l’Ente Nazionale Sordi Onlus-APS, Sezione Provinciale di Ascoli Piceno-Fermo e grazie al contributo dell’8xmille alla Chiesa Cattolica, nasce al Ricreatorio San Carlo il 1° laboratorio di Lingua dei Segni Italiana per bambini e ragazzi dagli 8 ai 15 anni.

“Sono davvero felice di questa collaborazione con la sezione provinciale dell’Ente Nazionale Sordi Onlus – dice don Michele, direttore del San Carlo – perché vedo in qualche modo realizzarsi un sogno che ho fin da quando ero ragazzo. Ho sempre avuto una forte attrazione per la lingua dei segni, che vedevo come interessante strumento per abbattere barriere e dialogare con tutti, senza escludere nessuno: con questo primo laboratorio, il San Carlo farà un passo in avanti verso l’inclusione, l’incontro e la sensibilizzazione alla LIS fin da bambini”.

Dal 16 novembre al 21 dicembre, ogni martedì dalle 16.30 alle 18.30, al San Carlo sarà possibile “dialogare” con l’esperta sorda madrelingua LIS Serena ed imparare a muovere i primi passi nella lingua dei segni. Sarà obbligatorio iscriversi telefonando al n. 3403758917. Ad arricchire la pubblicità della proposta, l’SP ENS Ascoli-Fermo ha realizzato anche un video visibile sui canali social del Ricreatorio San Carlo per il quale si ringrazia l’attore, Riccardo Moreschini, i video maker Baldeon Geovanny e Traini Andrea e Sara Brunellini del servizio interpretariato.

“Dal 16 novembre – conclude don Michele – il San Carlo si arricchirà di un nuovo servizio: il 1° laboratorio della LIS si va infatti ad aggiungersi al servizio di aiuto compiti gratuito offerto dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 18.30 ai bambini e ragazzi dai 7 ai 17 anni. Aiuto compiti ma anche attività, laboratori e divertimento possibili grazie alla collaborazione dei giovani del Servizio Civile Caritas, Progetto Oratori (per bambini e ragazzi dai 6 agli 11 anni) ed alla collaborazione con la coop. Il Faro di Macerata ed il Progetto GOALS (per ragazzi dai 12 ai 17 anni), da anni sostenitore di alcune attività del Ricreatorio.

Share

Formazione COF: il servizio come stile, il servizio come scelta

VOLONTARI ? LI VEDI COL BINOCOLO !
Il servizio come stile, il servizio come scelta. 

Nuova proposta formativa targata COF per animatori/educatori di oratorio e catechisti.

3 momenti in cui saremo accompagnati da diversi relatori:
8 nov.: “Il servizio: a che punto siamo?”, con Amedeo Angelozzi
15 nov.: “Il valore del servizio”, con don Andrea Andreozzi
22 nov.: “Aiutati che Dio ti aiuta: esempi virtuosi alla scoperta di piste percorribili”, a cura del COF. 

La modalità di partecipazione sarà in presenza e online.
Iscrizione obbligatoria: http://forms.gle/amud2CN5KtRDtd266 
Informazioni: oratorifermani@gmail.com

 

 

Share

SInoDO RE MI … la banda degli oratori! Al via l’anno oratoriano ’21/’22

L’idea, come per ogni anno, prende spunto dal momento in cui viviamo come Chiesa Diocesana ed Universale.

Domenica 10 ottobre a Roma è iniziato il Sinodo (2021/2023) con una solenne celebrazione a San Pietro presieduta da Papa Francesco; domenica 17 ottobre, sarà la volta delle Arcidiocesi (come la nostra!) e Diocesi a dare il via al Sinodo!

Un sinodo nel quale il Papa ci invita come Chiesa a camminare insieme, mettendosi in ascolto l’uno dell’altro per fare tesoro e conservare ciò che di buono lo Spirito ha suggerito e realizzato … e crescere in tutto il resto che può essere migliorato !
Un Sinodo che non punta “ad una conclusione” ma vuole generare uno stile, un modo di essere Chiesa: insieme !

Anno oratoriano 2021/2022
L’anno che inizia si propone come un percorso in cui fare esperienza, attraverso la musica, del cammino sinodale che si apre.
Un cammino che segue le note di un pentagramma (Vangelo) che ogni bambino/ragazzo, inteso come strumento musicale, cercherà di suonare per dar vita ad una sinfonia in movimento, attraverso l’emozione, l’esplorazione e la sperimentazione, l’ascolto, l’espressione, l’analisi, la relazione con sé stesso e gli altri, il ritmo, le regole, il linguaggio, l’accoglienza, la festa e la gioia.
“Lo strumento musicale di Dio” viene intesa la musica, come veicolo capace di coinvolgere tutti, di integrare le diversità di ogni tipo….. il segreto sta nel far nascere il piacere di farla, ascoltarla, viverla. 

Perché la banda ???
Perché raccoglie in sé l’immagine dell’orchestra (un’orchestra speciale di soli fiati e percussioni) come “ensamble” e l’immagine della musica suonata in marcia, camminando insieme, allo stesso ritmo.
E ovunque va… porta la festa!

E l’oratorio ben incarna questa immagine, col suo essere Chiesa in uscita, Chiesa che accoglie, Chiesa che coinvolge. E diventa uno spazio privilegiato per conoscerne i segreti e farne esperienza.



Brano biblico   1 Corinti 12

 

Lo slogan …      SInoDO RE MI … la banda degli oratori !


Il logo…

Tanti volti,
tanti strumenti,
una unica sinfonia
seguendo un unico Maestro !

 

Scarica lo Schema annuale – Temi
Scarica la scheda del Tempo Special Avvento / Natale
Scarica la scheda del Tempo Special Quaresima / Pasqua

Scarica la Nota della Segreteria Generale_CertificazioneVerde

 

Share

GREST 2021: esperienza unica ed indimenticabile al San Carlo di Fermo !

Cinque settimane di attività, giochi ed “incontri speciali” (dal 28.06 al 30.07), 25 giorni di entusiasmo e divertimento, più di 40 bambini e ragazzi dai 6 ai 16 anni coinvolti: sono questi i numeri del GREST 2021 organizzato dal Ricreatorio San Carlo di Fermo all’interno del proprio giardino. Alternando attività ispirate al film “Il Grande Gigante Gentile” a giochi ed esperienze speciali, i ragazzi hanno potuto vivere un mese all’insegna dell’incontro e dell’aggregazione, sempre nel pieno rispetto delle regole anticontagio. Grazie alla competenza ed impegno dell’operatrice del Ricreatorio, Antonella Lupoli, aiutata dall’educatrice Ilaria Quadrini, in collaborazione con l’animatrice Agnese Farina ed i ragazzi del Servizio Civile progetto Caritas Gian Marco Ciarabellini, Fabio Raggiunti e Claudia Properzi, al Grest del San Carlo i ragazzi/e hanno potuto conoscere il mondo della Pet Therapy con la Magical Pet, della Sitting Volley con la Scuola di Pallavolo Fermana, il Basket con la Asd Basket Fermo, l’Arteterapia con Ramona Montani, hanno abbellito il cemento dei “gradoni del triangolo” con i laboratori di arte e pittura insieme all’artista Francesco Valeri, lezioni di musica con il M. Maria Pauri, lezioni di ballo con il civilista Gian Marco Ciarabellini, laboratori di fumetto e molto altro, senza dimenticare due esperienze davvero speciali come la scoperta del linguaggio dei segni (LIS) insieme alla dott.ssa Federica Vetere, operatrice del progetto GOALS e il tuffo nel passato alla scoperta del Palio dell’Assunta insieme alla contrada San Martino, in abiti dell’epoca a parlare del Palio e a presentare giochi antichi. “E’ stato davvero un GREST favoloso – dice il direttore don Michele Rogante –; Antonella e gli animatori da lei coordinati sono riusciti addirittura a superare il successo dello scorso anno, offrendo ai ragazzi momenti unici, pieni di gioia e contenuti importanti allo stesso tempo. Ringrazio di cuore tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita del centro estivo al San Carlo: le associazioni, i volontari, i ragazzi del servizio civile, e non ultimi, i genitori, i quali credendo ancora una volta nel San Carlo, ci hanno permesso di dare vita ad una estate indimenticabile !! Importante – conclude don Michele – è stato anche il contributo ricevuto dai fondi dell’8xmille alla Chiesa Cattolica: una firma che diventa denaro a sostegno di numerosi progetti educativi e aggregativi anche a favore dei nostri ragazzi fermani”.

 

Per condividere la gioia dell’esperienza vissuta, non perdete il video qui sotto, realizzato insieme ai ragazzi del Grest con la preziosa collaborazione di Luigi Cardinali. (Un grazie speciale alla guest star Aurora Tulli !)

 

Share

21 oratori, 21 GREST, 15 comuni: l’estate 2021 del COF

Non è mai scomparso nei ragazzi e nei giovani il desiderio di trascorrere insieme l’estate in oratorio, ed ecco che a rispondere prontamente a questa loro richiesta ci hanno pensato ben 21 oratori dall’Arcidiocesi di Fermo, coordinati dal COF (coordinamento oratori fermani). Tanto entusiasmo da parte di coordinatori, educatori ed animatori, tante parrocchie attive attraverso i propri oratori, tante città dell’Arcidiocesi di Fermo arricchite da un servizio eccellente, carico di gioia e competenze. Questa è l’estate 2021 vista dagli occhi dell’equipe COF, grata per i numerosi GR.EST organizzati (Gruppi ESTivi) e felice per i tantissimi bambini, ragazzi e giovani raggiunti. Molta la soddisfazione provata da don Michele Rogante, presidente COF: “è stato un anno faticoso per tutti, anche per gli oratori; ma restrizioni e distanziamento non hanno scoraggiato quanti prestano servizio in oratorio, i quali hanno messo in campo fantasia e competenze per trovare tutti i modi possibili per non lasciare soli i bambini, ragazzi e giovani. Grazie alle proposte formative offerte dal COF – continua don Michele – si è investito del tempo nella formazione, e l’arrivo dell’estate ha offerto a tutti l’occasione per mettere in campo quanto appreso, dando sfogo al desiderio di ritrovarsi insieme. Più di 20 oratori di 15 comuni diversi pronti con una proposta estiva … è un grande successo! A nome dell’equipe COF, instancabile e sempre pronta a lavorare per il bene degli oratori, ringrazio tutti per l’impegno ed il tempo dedicato ai più giovani”. Un ringraziamento che raggiunge anche quanti, attraverso la firma all’8xmille alla Chiesa Cattolica, scelgono di sostenere numerosi progetti, anche nella nostra Arcidiocesi. Firme che si trasformano in contributi destinati anche a sostenere le iniziative degli oratori diocesani.

Un grazie speciale (ed un augurio di buon lavoro !!)  a ….

  1. Oratorio Beato Liberato, parr. S. Maria – Loro Piceno
  2. Oratorio Matteo Farina, parr. San Lorenzo Martire – Montecosaro
  3. Oratorio Don Bosco – Montecosaro Scalo
  4. Oratori Unità Pastorale San Crispino, Porto Sant’Elpidio
  5. Oratorio S. Caterina, Parr. SS Caterina e Lorenzo – Sant’Elpidio a Mare
  6. Ricreatorio San Carlo – Fermo
  7. Oratorio Dreamland, Parr. S. Alessandro – Fermo
  8. Lab-Oratorio Don Bosco, Parr. S. Giovanni Bosco – Fermo in collab. con la Contrada Molini Girola
  9. Oratorio San Domenico Savio – Civitanova Marche
  10. Oratorio San Paolo Apostolo – Civitanova marche
  11. Oratorio San Domenico Savio, Parr. San Marone – Civitanova Marche
  12. Oratorio “colora il gioco dipingilo di amicizia”, Parr. di Cristo Re  – Civitanova Marche
  13. Centro Ricreativo Don Bosco, Parr. Gesù Redentore – Porto San Giorgio
  14. Oratorio I care – Montegranaro
  15. Oratorio Santo Stefano – Monte San giusto
  16. Oratorio San Giovanni Battista, Parr. S. Giovanni Battista – M. Urano
  17. Oratorio San Lorenzo, Parr. S. Michele Arcangelo – M. Urano
  18. Oratorio Don Bosco, Parr. Sant’Anna – Porto Potenza Picena
  19. Oratorio Casa del Fanciullo, Parr. San Bartolomeo – Morrovalle
  20. Oratorio Carlo Acutis, Parr. Santi Stefano e Giacomo – Potenza Picena
  21. Oratorio San Giuseppe Artigiano Marina Palmense  + oratorio Koinè di Santa Maria a Mare
Share

“È ora? È ora!”: nuova proposta formativa del COF in vista dell’estate !

Dando sempre il giusto valore alla formazione, soprattutto di quanti prestano servizio con i ragazzi e giovani di un oratorio o in parrocchia, in vista dell’estate e delle iniziative che potranno essere organizzate, il COF (coordinamento oratori fermani) propone un nuovo percorso formativo in 4 tappe, in modalità online, dal titolo “È ora? È ora!”.

Il primo incontro, “È giunto il tempo…”, è fissato per giovedì 20 maggio e sarà a cura di Giuseppe Tondelli, formatore e consulente area educativa. Il secondo ed il terzo incontro saranno incentrati sulla figura dell’animatore: “L’animatore È” e “L’animatore FA”, fissati per giovedì 27 maggio e giovedì 3 giugno, saranno a cura del COF, con fra Andrea Patanè e don Alessio Massimi. L’ultimo incontro sulle Linee Guida e Sicurezza, a cura di Alessandro Ranieri, coordinatore dell’ambito territoriale sociale XIX di Fermo, è ancora con data da definire in attesa della pubblicazione delle stesse.

I quattro incontri, resi possibili grazie al contributo dall’8xmille alla Chiesa Cattolica, avranno inizio alle 21.00, e potranno essere seguiti sulla piattaforma ZOOM (previa prenotazione) e sui canali social del COF (profilo FB e canale Youtube). Info all’indirizzo: oratorifermani@gmail.com

Share

Un sasso per un sorriso: l’iniziativa degli oratori che rallegra le città !

È l’oratorio parrocchiale ICARE di Montegranaro a dare il via a fine febbraio: in spirito di comunione e condivisione con gli altri oratori del COF (coordinamento oratori fermani) presenta l’iniziativa “Un sasso per un sorriso” nel whatsapp del coordinamento: idea ripresa da un gruppo FB nato dall’esperienza personale di Heidi Aeling. La proposta piace subito a molti coordinatori di oratorio e in poco tempo si moltiplicano le realtà che danno vita al progetto. L’idea è semplice: chiunque (ma nella maggior parte dei casi, i ragazzi degli oratori e del catechismo) può fare un disegno o scrivere un pensiero positivo su un sasso che poi lascerà in giro per la città, facendolo diventare un piccolo dono inaspettato per chi avrà la fortuna di trovarlo! “Lo scopo – dicono dall’oratorio ICARE – è quello di scansare i pensieri tristi che affollano la mente in questo periodo: il sasso diventa un piccolo dono inaspettato e fonte di gioia inattesa”. Gli oratori di Fermo non rimangono a guardare, e sia l’oratorio DREAMLAND della parrocchia di Sant’Alessandro (insieme ai ragazzi del catechismo), sia il Ricreatorio SAN CARLO, rilanciano l’idea. Il primo, attraverso una locandina ed un video realizzati dai ragazzi stessi, presenta l’iniziativa invitando i “bambini” dai 0 ai 99 anni a colorare un sasso e lasciarlo in giro per il quartiere Tirassegno entro il 28 marzo (si avrà tempo fino al 4 aprile per trovare tutti i sassi). Il secondo, grazie alla collaborazione dei ragazzi che hanno frequentato il Ricreatorio in presenza finché si è potuto, invita tutti a cercare i sassi decorati dai ragazzi stessi all’interno del parco del San Carlo a partire da domenica 28 marzo. Agli oratori di Fermo, si è aggiunto anche il Centro Educativo per Minori OPERA DON RICCI, che ha condiviso l’iniziativa all’interno dei propri spazi.

Un’idea semplice ma capace di generare un sorriso e alleggerire la giornata – dice don Michele Rogante, Presidente COF e direttore del Ricreatorio San Carlo di Fermo – e che, inoltre, da dato la possibilità ai nostri ragazzi di respirare ancora una volta l’aria sana dell’oratorio seppur rimanendo nelle proprie case. Ovvio che – conclude don Michele – invito tutti a rispettare le regole imposte dalla zona rossa: uscire di casa per mettersi alla ricerca del sasso, non è consentito. Ma se invece si dovesse uscire per un altro valido motivo, date uno sguardo attento in giro…”. Immancabile l’invito a condividere la foto del sasso ritrovato: #unsassoperunsorriso è l’hashtag comune, ciascuno poi ha suggerito i propri canali: pagine FB “Veregra Up”, “Dreamland Oratorio”, “Ricreatorio San Carlo”, #oratoriodreamland, @sancarlofermo.  Buona caccia a tutti !

Share