News San Carlo

ON-OFF. Accesi o Spenti ? – La Via Crucis dei Giovani al Ricreatorio San Carlo !

La luce, spenta o accesa, sarà l’elemento centrale nella 3° edizione della Via Crucis dei Giovani ideata dal gruppo giovani interparrocchiale “Interconnessi” di Fermo (parrocchie S.Alessandro, S.Domenico, S.Lucia) e proposta per domani, venerdì 5 aprile ore 21.15 al Ricreatorio San Carlo. Nata quasi per scherzo, l’iniziativa ha riscosso molto successo già dalla 1° edizione (confermato nella 2°) tanto da diventare ormai un appuntamento fisso per i giovani della vicaria di Fermo nel tempo liturgico della quaresima. “Ad arricchire le 14 stazioni che tutti conosciamo – dice don Michele Rogante, parroco di S. Domenico e direttore del San Carlo – sono stati fin dalla 1° edizione, i giovani del gruppo interparrocchiale nato anni fa dalla collaborazione fra me, don Alfredo Giordani di S. Alessandro (ora parroco a Grottazzolina) e don Andrea Patanè di S. Lucia. Un’esperienza molto bella ed arricchente per il gruppo, che si è ritrovato più volte per riflettere sulle stazioni per poi progettare delle attività a misura dei giovani”. “ON-OFF, Accesi o Spenti? è il titolo scelto per questa quaresima 2019 – spiega don Andrea Patanè – e anticipa una via crucis in cui la luce (accesa o spenta a seconda della nostra vicinanza o distanza da Cristo, Vera Luce) scandirà i vari momenti”. Quattordici stazioni per quattordici “stimoli di riflessione”, che andranno dall’ascolto di canzoni e testimonianze a gesti da compiere a impegni da assumersi, e grazie ai quali i giovani presenti potranno vivere “in modo nuovo e a loro misura” la Passione di Gesù. “L’invito è aperto a tutti i giovanissimi e giovani che vogliono vivere un bel momento di fede – conclude d. Michele – Il ritrovo è al Ricreatorio San Carlo con inizio alle ore 21.15”.

Share

“Il viaggio più importante”: quello dei giovanissimi di Fermo al San Carlo!

“Davvero una bella esperienza, toccante, provocatoria: importante !”. Con queste parole si possono riassumere i commenti dei quasi 60 giovani delle superiori che ieri sera, mercoledì 20 marzo, si sono ritrovati al Ricreatorio San Carlo per vivere un momento speciale, frutto della collaborazione fra le parrocchie della vicaria di Fermo. “Il viaggio più importante” è stato il titolo del percorso fisico proposto fra le stanze del San Carlo che ha permesso ai giovani partecipanti di compiere anche (e soprattutto) un percorso interiore, provocandoli di volta in volta su alcuni temi ispirati a sei dei sette vizi capitali (ira, accidia, lussuria, invidia, possesso e vanità). Sei temi, sei stanze, sei provocazioni: alla fine di ciascun momento, una domanda diversa alla quale i giovani sono stati invitati a rispondere sinceramente guardando dentro loro stessi. Un viaggio iniziato nella sala convegni del Ricreatorio San Carlo al piano terra e terminato, dopo alcuni giri nella struttura, in cappella al terzo piano, dove ad attenderli hanno trovato Gesù Eucaristia: li hanno potuto vivere un momento di adorazione eucaristica insieme. A concludere la serata, dopo questo “viaggio verso l’alto”, l’opportunità di rafforzare amicizie (e crearne di nuove) grazie alla cena insieme. “L’incontro di ieri sera – spiega don Michele Rogante, direttore del San Carlo e parroco di San Domenico – è il terzo incontro di un percorso pensato e strutturato insieme agli educatori dei gruppi giovanissimi delle parrocchie ed i rispettivi parroci. Lo scorso mese di settembre è nato il desiderio di ritrovarci come “pastorale giovanile della vicaria di Fermo” e spontaneamente si è creato un gruppo con quanti volevano mettersi in gioco per il bene dei giovani della vicaria. È nata l’idea di strutturare un percorso che ha visto la realizzazione di una “cena con martirio” lo scorso 31 ottobre ed un incontro in Episcopio con l’Arcivescovo S.E. Mons. Rocco Pennacchio nel mese di dicembre. Quello di ieri sera era l’incontro ideato per il tempo forte della quaresima… e già siamo in moto per organizzare un prossimo incontro nel mese di maggio sul tema della risurrezione”. Alla serata ha preso parte anche don Paolo Canale, Responsabile diocesano del Servizio di Pastorale Giovanile. “Un grande grazie – conclude don Andrea Patanè, alla guida della Parrocchia di Santa Lucia – va a tutti coloro che hanno lavorato per pensare e realizzare il momento di ieri sera. Davvero una bella e speciale occasione per crescere nella fede e nella comunione fra parrocchie!”.

 

Share

Info JOB: 4 incontri per sapersi orientare nel mondo del lavoro !

Continua la collaborazione fra “GOALS” (il progetto della coop. Il Faro selezionato dall’impresa sociale “Con i bambini”) ed il Ricreatorio San Carlo di Fermo: “Info JOB” è il titolo della nuova proposta rivolta ai giovani. Quattro appuntamenti nei quali avere tutte le informazioni necessarie per sapersi muovere nel mondo del lavoro. Curati dalla dott.ssa Chiara Peppoloni, da martedì 19 marzo (e per 4 martedì), dalle 15.00 alle 16.30, il Ricreatorio San Carlo proporrà degli incontri formativi per imparare ad orientarsi nel mondo del lavoro: orientamento della scelta lavorativa (19 marzo), ricerca attiva del lavoro (26 marzo), preparare il curriculum vitae (2 aprile) e il colloquio di lavoro (9 aprile). Grazie anche al contributo dell’8xmille della Chiesa Cattolica, ancora una volta il San Carlo pensa ai giovani e si propone al fianco di quanti sono in cerca di una (prima) occupazione. Un’occasione interessante da non lasciarsi scappare. La partecipazione è gratuita ed aperta a tutti. Maggiori informazioni: FB Ricreatorio San Carlo, cell. 3403758917.

 

Share

San Carlo Bake Off Junior … e la merenda è servita!

Dalla voglia di fare merenda per “spezzare” un pomeriggio di studio, nasce l’idea del “San Carlo Bake Off Junior”, un corso di cucina al Ricreatorio San Carlo iniziato venerdì 15 febbraio e che proseguirà fino al 15 marzo, dalle 16.30 alle 18.30. “Già da tempo alcune giovani studentesse si ritrovano al Ricreatorio per studiare insieme – racconta don Michele Rogante, direttore del San Carlo – e a turno portavano dei dolci fatti in casa per merenda. Da qui l’idea (nata da loro): perché non provare a prepararli da sole? Detto-fatto!”. Grazie ai fondi dell’8xmille della CEI, alla collaborazione con l’educatrice Federica Scamaccio della coop. “il Faro” e la realtà del “progetto Goals” presente al Ricreatorio, hanno reso possibile il tutto.  Per cinque venerdì, i ragazzi che vorranno partecipare avranno due ore di tempo in cui potersi concretamente sporcare le mani per dare vita a semplici ma interessanti merende da gustare non appena pronte. Un modo per stare insieme, divertirsi ed imparare a preparare qualche dolcetto da offrire agli amici. “E’ stato davvero divertente vedere le ragazze improvvisarsi provette cuoche – racconta Federica del progetto Goals, coordinatrice del corso di cucina – ma ancora più bello è stato poter gustare il frutto del loro lavoro! Con impegno e qualche scherzo, tutte hanno dato il loro meglio per sfornare una merenda deliziosa”. Il corso è gratuito (per un max di 12 persone). Informazioni e prenotazioni: 3403758917.

Share

Iniziato il percorso formativo COF 2018/2019 – Il 3 febbraio il 1° incontro

Si è svolto domenica 3 febbraio 2019 al Ricreatorio San Carlo il primo dei tre incontri di formazione organizzato dal Coordinamento Oratori Fermani (COF) ed aperto a tutti gli educatori ed animatori degli oratori dall’Arcidiocesi di Fermo. Una occasione per crescere nelle relazioni e nell’amicizia, ma anche una opportunità per formarsi! Filo conduttore del percorso di formazione 2018/2019 è l’aver attenzione al programmare una buona proposta di oratorio partendo da una idea, una storia, un film. I tre incontri permetteranno di conoscere come nasce una idea e quali passaggi attraversa prima di svilupparsi in una proposta concreta (di attività per un pomeriggio, un week end, un grest estivo di più settimane). L’incontro, iniziato alle 08.30 con la messa celebrata nella cappellina del San Carlo da don Michele Rogante, presidente del coordinamento, ha trattato un primo aspetto del percorso formativo, rivelando i “dietro le quinte” del sussidio con le attività per il periodo invernale preparato dal COF (Capitan COF e le cinque gemme). “Entrando” nel sussidio, i partecipanti hanno avuto modo di conoscere direttamente quali sono le attenzioni e gli aspetti da avere per dare vita ad una buona proposta di oratorio. Dopo una prima parte di ascolto, i partecipanti sono stati invitati a dividersi in 5 gruppi e mettersi in gioco nella progettazione, sperimentando di fatto in tempo reale quanto appreso poco prima. A conclusione del momento formativo, sono stati assegnati i premi del V concorso di presepi (Oratorio in presepe, Natale 2018) dal titolo: “Jesus, il mondo ha bisogno di Te!”; quattro i vincitori, con un primo classificato e tre menzioni speciali. Il vincitore del concorso è l’oratorio “I Care” di Montegranaro; menzione speciale all’oratorio Giovanni Paolo II di Sant’Elpidio a Mare per “l’originalità”, menzione speciale all’oratorio San Patrizio di Torre San Patrizio per “l’impatto scenico”, menzione speciale all’oratorio Dreamland di Fermo per l’attinenza al tema e coinvolgimento dei giovani animatori. Ad arricchire la giornata formativa, la presenza dei ragazzi del Servizio Civile del progetto Caritas e che prestano servizio in oratorio.

Vissuto il primo incontro, si è già proiettati al secondo (dei tre) incontro formativo in programma il prossimo 3 marzo sempre al Ricreatorio San Carlo di Fermo, con il solito programma (ore 08.30 celebrazione eucaristica; ore 09.30 inizio incontro formativo; ore 13.00 fine lavori).

 

 

Share

Successo per la “Cena con Martirio” al Ricreatorio San Carlo!

Una data “non indifferente”, una location speciale, un invito a cena alquanto strano ma sicuramente da non perdere! E non se lo sono voluti perdere una trentina di giovanissimi (dai 16 ai 25 anni) della città di Fermo, che lo scorso 31 ottobre 2018 hanno raccolto l’invito e si sono presentati al Ricreatorio San Carlo per la 1° edizione della “Cena col Martirio”. Ideatori e realizzatori della serata sono stati i giovani ed instancabili componenti della Confraternita della Sacra Spina di Fermo, con a capo il priore Emanuele Luciani. “Una cena che si ispira alle famose cene con delitto – dice Emanuele – ma che abbiamo voluto arricchire di un valore aggiunto pensando al tema del martirio ed alla santità, che noi cristiani festeggiamo il 1 novembre”. “La scelta della data non è casuale – continua don Andrea Patanè, assistente spirituale della Confraternita – con l’idea della cena volevamo proporre ai giovani e giovanissimi una serata alternativa, che non avesse le zucche come elemento centrale, ma qualcosa di più profondo ed importante per la felicità dei nostri giovani: il capire come essere santi”. La serata è iniziata con la visione di alcuni video sul tema della santità ed a seguire è stata presentata una semplice attività con la quale scovare le caratteristiche di un santo. Dopodichè i giovani presenti, divisi in squadre, hanno assistito ad una serie di dialoghi e scene utili per capire chi e perché avrebbe ucciso verso la fine della cena, uno dei protagonisti: Thomas Becket, il famoso arcivescovo di Canterbury. Camerieri di eccezione per le squisite pietanze da servire a tavola: Santa Lucia e San Bartolomeo, perfettamente truccati da Serena Capparuccini. Dopo alcune domande libere per una ultima indagine più approfondita ed un po’ di tempo per riflettere, le squadre in gara hanno scritto le proprie riflessioni. La squadra vincitrice ha portato a casa un biglietto di ingresso al Museo Diocesano di Fermo dove la casula di Thomas Becket è conservata. Per tutti, la confraternita ha donato un santino ed un libretto sulla storia di un santo. “Una serata davvero importante – conclude don Michele Rogante, direttore del San Carlo – che ha permesso ai giovani di vivere un momento di comunione e divertimento totalmente diverso rispetto a quanto solitamente proposto per il 31 ottobre. Ringrazio don Andrea ed Emanuele per l’idea e per aver scelto il Ricreatorio come location e ringrazio tutti per l’enorme lavoro svolto: dalla creazione dei dialoghi all’allestimento della scena, alla cena preparata ed ai doni per i giovani presenti. Sicuramente una proposta da riproporre nei prossimi anni!”.

Share

VIA LIBERA: la via crucis per giovani a Fermo !

VIA LIBERA: è questo il titolo scelto da alcuni giovani di due parrocchie di Fermo per la via crucis pensata e preparata per tutti i giovani della città (e non solo) invitati a ritrovarsi insieme per un momento di preghiera il prossimo venerdì 16 marzo, quarto del tempo di quaresima. Dalle ore 21.15 al Parco della Mentuccia, i giovani delle parrocchie di Sant’Alessandro e San Domenico di Fermo, guidati dagli educatori del gruppo Bianca Maria Poeta e Giulio Scartozzi e dai rispettivi parroci don Alfredo Giordani e don Michele Rogante, con il sostegno di don Andrea Patanè (amministratore parrocchiale nella parrocchia di Santa Lucia in Fermo), si ritroveranno per rivivere gli ultimi momenti della vita di Gesù e con l’occasione riflettere e pregare stimolati da alcune attività. “Ogni stazione della Via Crucis sarà caratterizzata da un gesto particolare – spiega don Alfredo Giordani – dopo l’ascolto del brano di vangelo, verrà proposta ai giovani presenti una riflessione, una provocazione, un invito a compiere un gesto”. “Il bello di tale Via Crucis – continua don Andrea Patanè – è che tutto nasce dalle idee e dall’impegno dei giovani del gruppo interparrocchiale, che hanno voluto dedicare del tempo per preparare un momento di preghiera da condividere con i loro coetanei”. “Significativa è la scelta del luogo dove verrà vissuta la via crucis – conclude don Michele Rogante – A volte il parco della Mentuccia si trova ad “essere vittima” di qualche atto di vandalismo e magari non sempre gli spazi sono vissuti “nel migliore dei modi”: scegliere, da parte dei giovani che hanno ideato tale momento, di vivere la via Crucis lungo i viali del parco è un segno di attenzione, presenza, occasione per “fare nuovi” spazi che nascondono il disagio di una parte del mondo giovanile”. Tutto è ormai pronto: l’appuntamento è per le ore 21.15 di venerdì 16 marzo davanti al secondo ingresso (forse meno conosciuto) del Parco della Mentuccia posto “dietro” alla scuola Leonardo da Vinci. In caso di maltempo, la Via Crucis si terrà nella cappellina del Ricreatorio San Carlo. Info: FB Ricreatorio San Carlo.

Share

“A scuola di Musical”: parte al San Carlo il 1° corso di musical !!

Dopo un primo incontro di prova che ha registrato la curiosità di molti giovani, lo scorso martedì 24 ottobre è partito ufficialmente il 1° corso di musical a Fermo organizzato dal Ricreatorio San Carlo in collaborazione con l’associazione “Disordine, Oltreilteatro Onlus”. “A scuola di Musical” è il titolo del progetto che prevede 25 incontri insieme ai maestri Diego Gini e Carla Rossetti per un mix di danza, coreografia musical, canto, dizione e recitazione. “Un progetto al quale credo molto – dice don Michele Rogante, direttore del Ricreatorio – e che sono contento siamo riusciti a far partire proprio al San Carlo. Ho potuto vedere con i miei occhi quanto il teatro può fare di buono e bello per i ragazzi; lavorare insieme, ballare e cantare insieme sono attività che creano gruppo, aiutano a superare i propri limiti, accrescono la propria autostima. Volevo che questo potesse essere offerto al Ricreatorio San Carlo”. E così è stato. “Dopo i successi registrati con gli spettacoli “La Matita di Dio: il musical su Madre Teresa di Calcutta” e “Thank You for the Music. Il musical con le canzoni degli Abba – continua don Michele – sono voluto andare sul sicuro ed ho chiesto una mano al gruppo di “Disordine” per questo mio sogno: sono davvero contento che abbiano detto si”. Le iscrizioni al corso, che si tiene ogni martedì dalla 21.00 alle 23.00, sono ancora aperte. Info e prenotazioni 340.3758917. FB: Ricreatorio San Carlo.

Share

Formazione C.O.F. ai nuovi giovani del Servizio Civile Nazionale

Continua il percorso di formazione dei giovani che lo scorso 11 ottobre 2017 hanno iniziato il “Servizio Civile Nazionale” accogliendo la proposta della Caritas Diocesana di Fermo per il nuovo anno pastorale 2017/2018. Uno dei progetti approvati vede gli oratori come luogo dove “mettersi in gioco”: proprio per i civilisti che presteranno servizio in oratorio, questa mattina sabato 14 ottobre, si è tenuto un incontro di formazione specifica presso il Ricreatorio San Carlo di Fermo, sede del Coordinamento Oratori Fermani (C.O.F.). Ad organizzarlo, don Michele Rogante (presidente COF), Marta Sciuccati e don Andrea Patanè (responsabili COF dell’area formativa). Dopo giorni di formazione più generale presso la sede Caritas della diocesi di Fermo, un incontro che scende più nello specifico del mondo oratoriano. La formazione è iniziata con un momento di presentazione; i giovani hanno poi condiviso attraverso un’attività i loro pensieri riferiti all’oratorio: cos’è, come lo immaginano. Dopo un primo scambio di idee, è stata loro presentata la “definizione” che i vescovi danno dell’oratorio nel documento “Educare alla buona vita del Vangelo”: riconoscere in questa definizione le parole fondamentali da quelle importanti a quelle “semplicemente” interessanti, ha permesso ai formatori di chiarire alcune informazioni sugli oratori. La nota pastorale “Il laboratorio dei Talenti” ha poi permesso di definire ancora di più il “mondo oratoriano”, così da consentire ai giovani di entrare sempre meglio nella realtà dove andranno a vivere la loro esperienza di servizio. Dopo una breve pausa, la formazione è continuata presentando il COF e le attività che organizza ed infine i giovani si sono messi in gioco nel parco del san Carlo per scoprire il tema del nuovo anno oratoriano 2017/2018, lo slogan (“Orainsieme, protagonisti di un abbraccio”), il logo, il brano biblico (Vangelo di Marta e Maria). Una mattinata informale ma coinvolgente allo stesso tempo, un’occasione per crescere come squadra, una opportunità per conoscere ed amare il mondo degli oratori.

Share

Le nuove attività del Ricreatorio San Carlo !!

Nuove attività al Ricreatorio San Carlo

da settembre 2017 …

AIUTO COMPITI

  • per i ragazzi delle elementari e medie, tutti i giorni dal lunedì al venerdì, dalle ore 14.30 alle 16.30
  • per i giovani delle superiori, su prenotazione (matematica, materie umanistiche, inglese)

 

 

da ottobre 2017 …

“CHE COSA FARE ? Una chiave per creare un mondo diverso e più giusto”
7 Incontri sul DOCAT, la dottrina sociale della Chiesa (per giovani !)

Un venerdì al mese, ore 21.15.
(27 ottobre, 24 novembre, 15 dicembre, 26 gennaio, 9 febbraio, 27 aprile, 25 maggio)

Temi:
la famiglia, la comunità internazionale, l’ambiente, la pace, la persona umana, l’amore, il lavoro – l’economia – la politica, i principi della dottrina sociale.

 


A scuola di Musical !!!

con Diego Gini e Carla Rossetti

25 incontri a partire dal 15 ottobre
Per tutti i ragazzi dai 14 anni in su

#danza #coreografia musical
#canto   # recitazione  #dizione

Share